9 Giugno

Jam al Mangiaparole

CORSI SMART 2019

Lezione di prova
27 febbraio Tiburtina

Teatrate in azienda

Per coloro che desiderano lavorare insieme al meglio, riscoprendo la propria fantasia e creatività, affidandosi al proprio intuito per arrivare all’obiettivo comune.

Teatrate al Black and White

TEATRATE e

Presentano all’interno del

“Roma Black and White” – Innamorarsi dell’Arte è d’importanza Capitale

JAM SESSION DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE

Sketch comici e teatro per uno spettacolo completamente improvvisato. Senza costumi e scenografia, senza copione o canovaccio, solo input del pubblico e abili giocAttori della lega “Match di improvvisazione Teatrale®”. Potrà essere Shakespeare o Tinto Brass, un cult del cinema o del teatro, parlare in rima o in dialetto, tutto è possibile quando nulla è deciso. E tutto creato sotto i vostri occhi ad un ritmo incalzante.

Venerdì 11 marzo ore 21

Galleria SpaziOttagoni – Via Goffredo Mameli 9 – Roma

Ingresso GRATUITO per spettacolo e mostra!!!

[stextbox id=”info” color=”393939″]

Dov’è e Cos’è “ROMA BLACK & WHITE”

4 – 13 Marzo 2011

Galleria SpaziOttagoni – Via Goffredo Mameli 9 – Roma

Roma Black and White. Roma in bianco e nero. Roma è bianca e nera.

Si terrà a ROMA presso la Galleria SpaziOttagoni in Trastevere, la seconda edizione della mostra collettiva “ROMA BLACK & WHITE”

L’iniziativa pensata da Paola Proietti è realizzata, questa volta, da tutta la scuderia degli artisti della PAC Proietti Art Creations, che interpretano Roma monumentale in Bianco e Nero.

Opere pittoriche, fotografie, collages ed elaborazioni digitali, tutte nobilitate da interventi grafici e supporti dal design ricercato, che esaltano e sottolineano l’amore di questi artisti per la Capitale.

Roma contrasto e contrastata.

Roma retrò e nuovissimamente nuova.

Passato e presente, che è, dialetticamente futuro.

Un manipolo di artisti vivono, attraverso le loro opere, l’antitesi e l’anglofonizzano, perché Roma, che si è sempre voluta far scoprire, ora si faccia anche un po’ capire.

I loro sguardi mimetici alla città segnata tanto dalla storia da racchiudere in sé il senso del Tempo, si umanizzano per generare simboli nuovi su forme antiche, per originare così l’arte-vita com’è, atavicamente arroccata alla sue strutturali combinazioni: nascita e morte, amore e odio, giovinezza e vecchiaia, il bianco e il nero.

I toni di grigio sono la loro aspirazione, l’esperibilità dello stare in mezzo, perché è in tal misura che Siamo nel mondo.

Paola Proietti

[/stextbox]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Proudly Designed by Lucidone.